bitcoin wallets main image

Quali sono i diversi tipi di portafogli Bitcoin, tra cui portafogli software, portafogli hardware e portafogli cartacei. Troverai anche le recensioni di alcuni dei migliori portafogli hardware sul mercato, con le loro caratteristiche, i pro e i contro e le raccomandazioni per i diversi tipi di utenti.

Se stai leggendo queste righe, probabilmente possiedi già il tuo primo bitcoin o ne hai almeno sentito parlare.

Ma come puoi mantenere il bitcoin e le altre criptovalute al sicuro? Come puoi proteggerti da hackeraggi o furti?

Nel seguente articolo ti forniamo una panoramica di tutte le soluzioni di archiviazione di bitcoin, dal Portafoglio cartaceo al Portafoglio desktop ор Portafoglio hardware.

Il Bitcoin è una criptovaluta virtuale P2P basata sulla tecnologia blockchain. È stata sviluppata dalla persona o dalle persone che si celano dietro lo pseudonimo “Satoshi Nakamoto” ed è in circolazione da più di dieci anni. La rete P2P, basata su un meccanismo PoW (proof of work), è una federazione decentralizzata di computer indipendenti in tutto il mondo. Questi computer risolvono complessi algoritmi matematici per aggiungere nuovi blocchi alla blockchain e convalidare le transazioni sulla rete. I vantaggi rispetto ai sistemi di contanti convenzionali: Le transazioni sono...

  • …irreversibili e non possono essere annullate.
  • …più o meno anonime, poiché non ci sono nomi reali associati agli indirizzi bitcoin.
  • ..veloci e globali: non importa in quale paese si trovi il destinatario della transazione, questa viene confermata in pochi minuti.
  • …sicuro grazie all’uso della crittografia.

Queste caratteristiche delle transazioni, unite al fatto che l’algoritmo non ti darà mai più di 21.000.000 di bitcoin e che l’intera popolazione mondiale può utilizzarli, rendono il Bitcoin l’investimento più interessante del nostro tempo. Dall’inizio del 2017, il prezzo è aumentato in modo significativo grazie al maggiore interesse degli investitori (retail) e ha raggiunto il precedente massimo di $20.000 nel dicembre 2017. Dopo essere sceso a 3.300 dollari all’inizio del 2019, ora è tornato a salire fino a $66.903,93. Puoi acquistare o vendere bitcoin da diversi exchange e broker. Tra i più noti ci sono eToro, Skilling, Libertex (broker CFD), Binance, Bitget e Bybit. I servizi di brokeraggio come eToro offrono spesso un proprio portafoglio attraverso il quale i clienti possono coprire direttamente i propri investimenti. In questo articolo scoprirai come proteggere il tuo prezioso investimento in bitcoin con i portafogli, come funzionano e cosa cercare.

Cos’è un portafoglio Bitcoin?

Un portafoglio di bitcoin è un software che consente di conservare e proteggere in modo sicuro i bitcoin con una chiave privata. Per intenderci, il Bitcoin stesso non è conservato nel portafoglio. Risiede sempre sulla blockchain. Tuttavia, la chiave privata è ciò che viene conservato dal portafoglio. Solo chi possiede la chiave privata può inviare e ricevere bitcoin dal portafoglio. In base al loro supporto, i portafogli di bitcoin possono essere suddivisi in portafogli caldi e portafogli freddi.

Tipi di portafogli Bitcoin

Un portafoglio caldo è un tipo di portafoglio di criptovalute collegato a internet e accessibile da qualsiasi dispositivo dotato di connessione a internet. I portafogli hot sono comodi da usare perché consentono di inviare e ricevere facilmente criptovalute, ma sono anche più vulnerabili agli attacchi di hacker e ad altre minacce online. D’altra parte, un portafoglio freddo è un tipo di portafoglio di criptovalute che non è connesso a internet e non è accessibile da nessun dispositivo con una connessione a internet. I portafogli freddi sono spesso considerati più sicuri dei portafogli caldi perché non rischiano di essere violati o di essere accessibili da utenti non autorizzati. I portafogli a freddo possono essere sia dispositivi fisici, come portafogli hardware o portafogli in acciaio, sia documenti cartacei che contengono le informazioni necessarie per accedere alle criptovalute. In generale, i portafogli a caldo sono più adatti all’uso quotidiano, come fare piccoli acquisti o inviare e ricevere piccole quantità di criptovalute. I portafogli freddi sono più indicati per la conservazione a lungo termine di grandi quantità di criptovalute, in quanto offrono un livello di sicurezza più elevato. Tuttavia, è importante notare che nessun portafoglio è completamente sicuro ed è importante seguire le migliori pratiche per proteggere le tue criptovalute, sia che tu utilizzi un portafoglio caldo o freddo.

Portafoglio caldo

Un portafoglio desktop

I portafogli desktop vengono installati sul tuo computer e sono disponibili per tutti i sistemi operativi più comuni (Windows, Linux, macOS). Ti permettono di creare un indirizzo bitcoin, di inviare/ricevere bitcoin e di gestire la chiave privata. Uno dei portafogli desktop più famosi è Electrum.

Portafoglio mobile

I portafogli mobili hanno le stesse funzionalità dei portafogli desktop, ma hanno il netto vantaggio di poter essere utilizzati sempre e ovunque. Per inviare Bitcoin a qualcuno nella vita reale o per pagare il conto presso un rivenditore di Bitcoin, non puoi portare sempre con te il tuo computer desktop. I portafogli bitcoin mobili per smartphone offrono funzioni aggiuntive come il “Touch2pay” tramite scansione NFC o codice QR. Sono disponibili diversi portafogli mobili per entrambi i sistemi, Android e iOs.

Portafoglio web

I portafogli web sono applicazioni online che consentono anche l’invio/ricezione di bitcoin e la gestione della chiave privata. Tuttavia, le informazioni vengono memorizzate online, quindi è meglio fare attenzione alla scelta del portafoglio web.

Portafogli freddi

Portafoglio Ledger Nano S Plus
Ledger Wallet Nano S, il portafoglio hardware più famoso al mondo

Il cold storage si riferisce alla pratica di conservare i tuoi bitcoin offline piuttosto che in un portafoglio online connesso a internet. Questo può essere un modo più sicuro di conservare i tuoi bitcoin, in quanto riduce il rischio che i tuoi fondi vengano violati o rubati da criminali informatici. Esistono diversi metodi di conservazione a freddo, ognuno dei quali presenta vantaggi e svantaggi.

Portafogli hardware

Consulta il nostro confronto dettagliato dei migliori portafogli hardware. I portafogli hardware sono dispositivi fisici che conservano i tuoi bitcoin offline. Sono considerati uno dei metodi di cold storage più sicuri perché utilizzano misure di sicurezza avanzate, come chip criptati e tecnologia secure element, per proteggere le tue chiavi private. Per accedere ai tuoi bitcoin, devi inserire un PIN o una password nel portafoglio hardware stesso. Alcuni portafogli hardware popolari sono Ledger Nano e Trezor.

Portafogli di carta

I portafogli cartacei sono documenti fisici che contengono le chiavi private e gli indirizzi pubblici dei tuoi bitcoin. Possono essere creati utilizzando diversi strumenti online, come bitaddress.org o walletgenerator.net, e stampati per essere conservati. I portafogli cartacei sono relativamente facili da creare e possono essere conservati in un luogo sicuro, come una cassetta di sicurezza. Tuttavia, sono vulnerabili alla perdita o alla distruzione, quindi è importante avere un backup.

Portafogli in acciaio

I portafogli in acciaio sono dispositivi fisici che memorizzano le chiavi private dei tuoi bitcoin su un pezzo di acciaio anziché su un dispositivo dotato di connessione internet. Sono simili ai portafogli cartacei in quanto vengono creati tramite un sito web e poi stampati, ma sono realizzati in un materiale più resistente. I portafogli in acciaio sono resistenti all’acqua e al fuoco, ma possono comunque essere persi o rubati.

Portafogli a forma di cervello

I portafogli cerebrali sono portafogli che vengono creati ricordando una password o una passphrase forte invece di scriverla o memorizzarla su un dispositivo. Questo metodo si basa sull’idea che una password difficile da indovinare o da decifrare sia più sicura. Tuttavia, è importante notare che se la password viene dimenticata o non viene ricordata correttamente, i fondi contenuti nel portafoglio cerebrale andranno persi per sempre. È importante notare che nessun metodo di conservazione a freddo è completamente infallibile. Ad esempio, un portafoglio hardware può essere perso o rubato, mentre un portafoglio cartaceo può essere distrutto o perso. Pertanto, è importante considerare l’utilizzo di diversi metodi di conservazione a freddo per una maggiore sicurezza. Ad esempio, puoi utilizzare un portafoglio hardware per l’uso quotidiano e conservare un portafoglio cartaceo o in acciaio come backup in un luogo sicuro. È anche una buona idea effettuare backup regolari dei portafogli di cold storage e conservarli in più luoghi. Nel complesso, il cold storage può essere un modo efficace per proteggere i tuoi bitcoin dalle minacce online, ma è importante considerare attentamente i rischi e scegliere il metodo più adatto alle tue esigenze.

Come funziona un portafoglio Bitcoin?

Come abbiamo detto all’inizio, un portafoglio bitcoin non contiene bitcoin, ma solo le chiavi private corrispondenti per accedervi sulla Blockchain.

Cosa sono le chiavi private e pubbliche?

Il Bitcoin e le altre criptovalute utilizzano la crittografia a chiave pubblica per firmare le transazioni. La chiave pubblica è l’indirizzo a cui si invia una transazione. Ma solo la persona che possiede la chiave privata corrispondente può accedervi. Ecco perché è così importante mantenere segreta la chiave privata. La frase “Sii la tua banca” deriva dal fatto che se possiedi sia la chiave pubblica che quella privata in combinazione, avrai sempre il pieno controllo del tuo denaro (Bitcoin) senza che possa essere messo in discussione.

Cosa sono gli indirizzi bitcoin e come vengono creati?

Chiunque veda un indirizzo bitcoin per la prima volta si chiede “Cosa significa?”. Se non si è esperti in materia, è anche comprensibile: 1FsaeyODSnFke3WUYlaPThNrwFFm9plrQ Per ottenere un indirizzo di questo tipo, è necessaria una coppia di chiavi: la chiave privata e la chiave pubblica. L’indirizzo non è altro che la forma abbreviata della chiave pubblica codificata in Base58 e può essere recuperato utilizzando la chiave privata.

Come funziona la transazione?

Una transazione bitcoin dal mittente al destinatario contiene tre informazioni:

  1. Da quale indirizzo attuale del mittente proviene il bitcoin?
  2. Quanti bitcoin devono essere inviati?
  3. Indirizzo del destinatario.

Come sai dal paragrafo precedente, per firmare la transazione è necessaria una coppia di chiavi: indirizzo bitcoin (chiave pubblica) e chiave privata. La chiave privata firma i tre dettagli della transazione bitcoin di cui sopra per il destinatario. Questa firma trasmette la transazione alla rete Bitcoin. Per raggiungere il destinatario, la transazione deve essere confermata dai minatori.

Perché ho bisogno di un portafoglio per i miei Bitcoin?

“Se le chiavi non sono tue, le monete non sono tue” è una frase popolare tra gli investitori in criptovalute e ha una sua spiegazione. Come hai imparato, per avere il controllo sui tuoi bitcoin, devi possedere la coppia di chiavi composta da una chiave pubblica e una privata. Se acquisti bitcoin su un exchange, lasci il controllo delle chiavi private all’exchange, lasciandoti vulnerabile in caso di chiusura fraudolenta dell’exchange o di un attacco di hacker. Agli inizi, questo è accaduto con l’exchange Mt. Gox, che ha dovuto chiudere i battenti con una mossa a sorpresa. Dopo diversi anni e cause legali, gli ex clienti di Mt. Gox sono ancora in attesa di un rimborso. Nel recente passato, abbiamo assistito anche a un attacco a Binance, il più grande exchange di criptovalute. Nel caso di Binance, il danno è stato di 7.000 bitcoin (valore nel giorno dell’attacco: 40.000.000 di dollari). La borsa dispone di risorse sufficienti per riprendersi dall’hack. Tuttavia, l’hack di uno dei più grandi e sicuri exchange di criptovalute sul mercato fa capire quanto sia importante essere padroni delle proprie chiavi private se si investe in bitcoin a lungo termine. Come sappiamo, quando c’è molto denaro su internet, i gruppi di hacktivisti non sono lontani. Gli exchange devono talvolta gestire miliardi di dollari di criptovalute e non sono necessariamente specializzati in cybersicurezza. Negli ultimi due anni si è assistito a un trend di crescita degli sforzi degli hacker in tutto il mondo. Nel 2018 sono stati rubati asset di criptovalute per un valore di 2.700.000 dollari in un giorno, come riporta Coindesk.

Quali sono i portafogli consigliati?

Ti presentiamo i seguenti portafogli di bitcoin standard del settore per iniziare in modo sicuro e corretto.

Portafogli software – Portafogli per desktop e cellulari

Iportafogli software sono particolarmente adatti ai piccoli investitori che non vogliono pagare un extra per un portafoglio hardware, ma vogliono comunque avere il pieno controllo dei loro investimenti. portafoglio electrum bitcoinElectrum è un popolare portafoglio bitcoin e utilizza una rete decentralizzata di server per sincronizzare la blockchain, quindi non ha bisogno di spazio locale sul tuo disco rigido. Le chiavi private sono criptate e conservate solo sul tuo computer. Ripristina l’accesso ai bitcoin con la frase seed, che deve essere annotata durante la creazione del portafoglio e conservata. È anche possibile visualizzare il saldo del conto di un indirizzo bitcoin in modalità “View Only” senza che il computer sia connesso a Internet. Electrum Bitcoin Wallet è disponibile per: Windows XP, Windows Vista, Windows 7, Windows 8, Windows 10, OS X, Linux e anche per gli smartphone Android. Per gli smartphone iOs, si consiglia Edge Mobile Wallet. Questo portafoglio offre una crittografia automatica.

Portafogli contraffatti

Quando scegli un portafoglio software, devi sempre assicurarti che gli sviluppatori siano seri. A tal fine, si consiglia di effettuare una ricerca approfondita su Google e di cercare tra i post dei forum per dimostrare che lo sviluppatore è affidabile. Il download del software deve essere effettuato solo attraverso il sito web del fornitore. In caso contrario, l’utente corre il rischio di scaricare un software backdoor che potrebbe consentire a un malintenzionato di accedere ai tuoi bitcoin in un secondo momento. Anche i portafogli hardware dovrebbero essere acquistati direttamente dal produttore. I truffatori hanno già dotato i portafogli di una serie di parole “preconfigurate” che l’acquirente deve utilizzare. In questo modo i truffatori non hanno alcun ostacolo per accedere alle criptovalute. Fai attenzione anche alla differenza tra portafogli con custodia e portafogli senza custodia.

Portafogli hardware

Iportafogli hardware sono l’opzione migliore se vuoi proteggere l’accesso ai tuoi bitcoin. I rischi per la sicurezza sono ridotti al minimo rispetto ai portafogli software poiché si tratta di un dispositivo fisico. Per questo motivo, la possibilità di un attacco hacker è molto bassa perché l’hacker dovrà entrare in contatto fisico con il dispositivo. I portafogli hardware di SatoshiLabs e Ledger, Trezor One e Ledger Nano S, sono i prodotti più popolari sul mercato.

Entrambi i portafogli supportano una serie di altcoin. Ledger Nano S Plus può memorizzare in modo sicuro tutte le principali criptovalute come Bitcoin, Ethereum, IOTA, Cardano, Litecoin, Binance Coin, Monero, EOS, Dash o Stellar.

Ci sono anche molti token che si basano sullo standard ERC-20 di Ethereum. Altre caratteristiche comuni sono l’utilizzo dell’autenticatore FIDO U2F, un’interfaccia USB e il peso ridotto di 16 g (Ledger Nano S) e 12 g (Trezor One). Il Trezor Model One è il primo portafoglio hardware ed è un’invenzione dello sviluppatore Slush, che ha fondato SatoshiLabs più di 5 anni fa ed è tuttora il direttore generale. I Ledger Nano sono stati creati in Francia e hanno uno schermo e una tastiera propri. A differenza del Trezor One, il Ledger non è completamente open source, in quanto il codice del firmware del Ledger Wallet non è disponibile pubblicamente. Tuttavia, le informazioni sono sufficientemente dettagliate da giustificare un grado di fiducia totale.

Un’altra differenza è la crittografia della password dei due portafogli hardware. Si tratta di un meccanismo di protezione aggiuntivo rispetto all’elenco di parole (seed). Mentre la password per il Trezor One deve essere inserita dalla tastiera del computer a cui il portafoglio è collegato, per il Ledger Nano S è necessario inserire un PIN utilizzando i tasti della chiavetta.

Details
TREZOR MODEL T
  • Anzeige - 240x240 px, Farbe
  • Abmessungen - 64 mm x 39 mm x 10 mm
  • Gewicht - 22g
  • Verbindung - USB
  • Kompatibilität - Windows 10+, macOS 10.11+, Linux, Android
Details
LEDGER NANO X
  • Anzeige - 128x64 px
  • Abmessungen - 72mm x 18.6mm x 11.75mm
  • Gewicht - 34g
  • Verbindung - Bluetooth, USB
  • Kompatibilität - Windows 8.1+, macOS 10.14+, Linux, iOS 13+, Android 7+
  • NFT
Details
LEDGER NANO S PLUS
  • Anzeige - 128x64 px
  • Abmessungen - 62.39mm x 17.40mm x 8.24mm
  • Gewicht - 21g
  • Verbindung - USB
  • Kompatibilität - Windows 8.1+, macOS 10.14+, Linux, Android 7+
  • NFT

Conclusioni

Se non sei un trader attivo, dovresti proteggere i tuoi bitcoin creando un portafoglio hardware. In caso contrario, non è garantita una sicurezza completa da parte di terzi: ad esempio, il suddetto exchange viene violato e le valute già acquistate vanno perse. Per questo, la cosa più importante è la conservazione della chiave privata e dell’elenco delle parole chiave. Tieni le tue criptovalute su exchange di criptovalute discutibili il meno possibile. Trasferisci sempre le tue monete nel portafoglio che hai scelto. Ci sono molte scelte. Se non vuoi sottoporti allo stress di conservare le criptovalute, dovresti registrarti presso un broker affidabile e autorizzato come eToro, Skilling o Libertex. Le piattaforme di trading autorizzate si occupano della custodia e gli investimenti sono legalmente garantiti. Dai un’occhiata alla nostra lista delle migliori piattaforme di trading.

Approfondisci la conservazione delle criptovalute