Statistiche Bitcoin e sulle criptovalute

Statistiche Bitcoin e sulle criptovalute

Gianluca Lombardi Giugno 21, 2023
7 min di lettura

L’universo delle criptovalute, in particolare del bitcoin, è un tesoro di affascinanti fondamenti, statistiche e numeri. Ciò è reso possibile dal suo “libro mastro pubblico” (un termine elegante per indicare un database), che registra tutti i dati delle transazioni, i portafogli, le monete e altro ancora, tutti facilmente accessibili al pubblico.

In questo articolo analizzeremo una serie di statistiche degne di nota sul bitcoin e ti offriremo alcuni spunti preziosi.

Statistiche sul Bitcoin – le nostre scelte più interessanti

~19 milioni: Questa cifra rappresenta il numero totale di bitcoin che sono stati estratti finora e il ritmo di introduzione di nuovi bitcoin sta rallentando. Scomponendo il numero in singoli “blocchi”, si arriva a 778.378. A causa degli Halvings multipli (un evento tecnico che raddoppia la difficoltà di estrazione dei bitcoin), il tempo necessario per raggiungere la quantità massima di bitcoin disponibili si allunga. Questa tendenza continuerà fino all’anno 2140, quando tutti i 21 milioni di BTC saranno stati estratti e saranno in circolazione.

~3 milioni: Secondo diverse fonti di statistiche sui bitcoin, si stima che circa 4 milioni di bitcoin siano stati persi o siano fuori circolazione. Queste perdite si verificano quando gli individui che in precedenza possedevano una quantità significativa di bitcoin non possono più accedere ai loro averi a causa di vari motivi, come guasti al disco rigido o perdita di unità USB. Sebbene questa possa essere un’esperienza frustrante per le persone colpite, potrebbe essere considerata positiva per gli altri investitori. Perché? Perché una minore offerta totale potrebbe potenzialmente portare a prezzi più alti in futuro.

850.000 BTC: questo è il numero di bitcoin che sono stati rubati durante il più grande furto di borsa mai avvenuto – Mt. Gox. Ancora oggi, numerosi investitori sono in attesa di recuperare anche solo una parte dei loro fondi. All’epoca dell’hack, il valore totale dei bitcoin rubati era di ben 473 milioni di dollari. Questo ci ricorda che la scelta di un exchange di bitcoin affidabile è della massima importanza.

Notizie sulle statistiche dei bitcoin

460 gigabyte: Questo numero rappresenta la dimensione della blockchain di Bitcoin nella primavera del 2023. All’inizio del 2019, ad esempio, la blockchain aveva una dimensione di “soli” 197 GB, sottolineando l’espansione dell’uso del Bitcoin. Se sei curioso di sapere perché il semplice codice binario (uno e zero) occupa così tanto spazio nella memoria, è perché ogni transazione di Bitcoin viene registrata e archiviata nella blockchain. Con l’aumentare del numero di transazioni elaborate, aumenta anche la quantità di memoria necessaria. Ecco perché l’utilizzo di un portafoglio di criptovalute memorizzato localmente può richiedere diversi giorni: deve essere sincronizzato con l’intera blockchain.

10.000 BTC: il 22 maggio 2010 è stato definito il “giorno della pizza per Bitcoin”, quando Laszlo Haniec ha pagato 10.000 bitcoin per due pizze da Papa John‘s. L’argomento è nato sul forum Bitcointalk ed è ormai leggendario. Considerando che all’epoca un bitcoin valeva 0,01 dollari, non fu un cattivo affare. Laszlo rimpiangerà segretamente questo acquisto per sempre.

16623 nodi: il numero totale di nodi della rete bitcoin è di 16623 e i primi tre si trovano negli Stati Uniti, in Germania e in Francia. Questi nodi mantengono l’integrità della rete e seguono tutte le regole implementate nel sistema. Per far funzionare un nodo completo di questo tipo, è necessario un computer con un disco rigido di circa 200 GB e una velocità di scrittura di 100 MB/s. Inoltre, sono necessari 2 GB di RAM, una connessione a Internet con una velocità di upload di almeno 50 KB/s e l’elettricità necessaria per operare 24 ore al giorno, 365 giorni all’anno. Puoi controllare i dati in tempo reale sui nodi Bitcoin sul sito web di Bitnodes.

7.500 BTC: nel 2009, uno specialista informatico britannico ha iniziato a fare mining di bitcoin sul suo laptop. Quando decise di vendere il dispositivo nel 2013, rimosse il disco rigido e lo conservò come backup, nel caso in cui il bitcoin fosse diventato prezioso in futuro. Sfortunatamente, l’hard disk è finito nella spazzatura quando il proprietario ha ripulito il suo appartamento nel corso dello stesso anno. A sua insaputa, l’hard disk abbandonato conteneva 7.500 bitcoin, il cui valore era salito alle stelle fino a raggiungere l’incredibile cifra di 150 milioni di dollari nel 2017. Nonostante le suppliche del proprietario, le autorità si sono inizialmente rifiutate di cercare l’hard disk in una discarica vicina, dubitando che potesse essere ancora funzionante dopo un periodo così lungo e in uno stato di degrado così elevato. Tuttavia, dopo che il proprietario ha offerto alle autorità una donazione, la ricerca ha avuto successo.

39 000 bancomat: Il numero di bancomat di bitcoin in tutto il mondo è aumentato notevolmente negli ultimi anni. La società di statistica Statista stima che nell’estate del 2019 il numero sarà di 4.984, un numero che è aumentato vertiginosamente negli ultimi 4 anni e che si prevede continuerà a crescere nei prossimi anni a causa di ulteriori politiche e normative in vari paesi.

10% di donne: le donne rappresentano solo il 9,91% della comunità bitcoin, in aumento rispetto al 2% del 2017. Si prevede che questa tendenza continui in futuro.

17000 nodi della Lightning Network: 4.644 nodi LN erano operativi il 10 giugno 2019 con canali di pagamento attivi, raddoppiando già il numero da dicembre 2018. Lightning Network è una soluzione basata sulla blockchain in grado di convalidare le transazioni nell’ordine dei millisecondi. Molti investitori di bitcoin vedono un grande potenziale per l’utilizzo futuro del bitcoin come mezzo di pagamento.

74% del mining utilizza energia rinnovabile: Il Coinshares Research Institute, nel suo ultimo rapporto sul mining del 5 giugno 2019, stima che il 74,1% di tutto il mining di bitcoin sarà effettuato utilizzando fonti di energia rinnovabili. Si tratta di una quota superiore a quella di qualsiasi altro settore ad alta scala del mondo.

Prezzo del Bitcoin

1 000 000 USD: questo è il prezzo del bitcoin entro il 2020, secondo John McAfee, uno dei maggiori sostenitori della criptovaluta. Inizialmente aveva annunciato che entro il 2020. Il Bitcoin avrà un valore di 500.000 dollari. Tuttavia, a causa dell’enorme aumento del prezzo nel 2017, ha rivisto al rialzo il suo obiettivo di prezzo. Naturalmente, tali previsioni devono essere affrontate con cautela, anche se McAfee ha definito questo prezzo obiettivo conservativo.

0.03 USD: Quando il bitcoin è apparso per la prima volta sul mercato (bitcoinmarket.com), il suo prezzo è partito da 0,03 USD. Dal punto di vista odierno, questo dato è sorprendente, vista la velocità di sviluppo che ha seguito. Tuttavia, probabilmente sono pochissime le persone al mondo che hanno acquistato il bitcoin all’epoca e che lo possiedono ancora oggi.

1000%: Il 12 luglio 2010 si è verificato un fenomenale aumento di prezzo del 1000%. Il prezzo del bitcoin è passato da $0,008 a $0,08, contribuendo ad attirare l’attenzione sulla nuova valuta.

Transazioni in bitcoin

500.000 BTC: la più grande transazione in bitcoin misurata in bitcoin cash. Si è verificata nell’aprile 2015 e all’epoca aveva un valore di 100 milioni di dollari. Transazioni come queste, che in teoria possono avvenire al di là dei confini di qualsiasi paese, evidenziano uno dei maggiori vantaggi del bitcoin

490.000 transazioni: nelle 24 ore del 14 dicembre 2017 sono state effettuate più di 490.000 transazioni sulla rete Bitcoin. Si tratta solo di una frazione delle transazioni effettuate dalle principali banche o dai fornitori di servizi di pagamento come VISA. Tuttavia, questo sviluppo è aumentato in modo significativo dalla nascita del bitcoin.

0.00031 BTC: la commissione media per 14.654 transazioni è di 0,00031 BTC (= 2,56 dollari). Questa cifra mostra chiaramente un vantaggio rispetto ad altri metodi di pagamento come VISA/Mastercard, Western Union e Paypal

Estrazione di Bitcoin

58.219.170 TH/s: Questa cifra mostra il tasso di hashing dell’intera rete bitcoin in Earth Hash/s al 10 giugno 2019. Un TH/s equivale a un trilione di opportunità sperimentate nel processo di mining. Si tratta di un numero incredibile che non può essere colto dal cervello umano. Lo sviluppo dell’Hashrate mostra chiaramente il crescente interesse per il bitcoin.

1.800 BTC: in media vengono aperti 144 blocchi al giorno, con 12,5 bitcoin per blocco. Moltiplicando questi due fattori si ottengono 1.800 bitcoin. Questo prima che il numero di bitcoin prodotti ogni giorno si dimezzi nel 2020. Tuttavia, con l’aumento della potenza di calcolo dei minatori, negli ultimi anni sono comuni blocchi di soli 9,5 minuti (invece di 10 minuti), quindi nella maggior parte dei giorni il numero è leggermente più alto

Partecipazioni in Bitcoin

stanza delle partecipazioni in bitcoin

2.782.036 BTC nei primi 100 portafogli: Le nostre statistiche sui bitcoin mostrano che ci sono più di 2,7 milioni di bitcoin nei primi100 portafogli di criptovalute. Molti di questi mostrano un aumento costante. Si tratta delle cosiddette “balene” che detengono bitcoin per speculare sulla crescita del prezzo a lungo termine. Tra questi, il portafoglio di Satoshi Nakamoto con 980.000 bitcoin e i fratelli Winklevoss, che detengono collettivamente più di 100.000 bitcoin. Per apprezzare la tendenza a lungo termine, vale la pena osservare questi portafogli.

34 milioni di portafogli BTC: Secondo uno studio di Statista, questo è il numero di portafogli BTC nel primo trimestre del 2019.

34% degli utentiattivi dibitcoin: Lostudio di Chainanalysis ha rilevato che gli utenti attivi di bitcoin sono il 34%.

30% di Hodler: il 30% di tutti gli investitori in bitcoin investe a lungo termine e non ha intenzione di vendere il proprio bitcoin nei prossimi anni, secondo Chainanalysis. In numeri assoluti, ciò corrisponde a 6,4 milioni di persone. Si prevede che questo numero aumenterà nel lungo periodo, con l’aumento dei prezzi e della volatilità

25 MILIONI DI CLIENTI: eToro, uno dei sistemi di trading più grandi e conosciuti, conta più di 25 milioni di clienti registrati nel 2022. Il servizio opera in più di 100 paesi ed è popolare tra i neofiti che fanno i loro primi investimenti in criptovalute.

5% dei possessori di bitcoin negli Stati Uniti: Un’ indagine del Global Blockchain Council ha rilevato che su 5.000 intervistati, il 60% possiede già dei bitcoin e il 5% li ha investiti . Ciò significa che negli Stati Uniti ci sono circa 16 milioni di investitori in bitcoin.

16.251 tweet: ecco quanti tweet dell’11-12 giugno contenevano menzioni di bitcoin. In confronto, Ethereum ha avuto 4.973 transazioni di questo tipo nello stesso periodo e il bitcoin cash solo 507. Il record del 2017 è di oltre 100.000 tweet al giorno. Come fonte di informazioni sulle criptovalute, Twitter è il numero uno

1.048.776 utenti su Reddit: oltre al numero di tweet, il numero di persone iscritte al subreddit di bitcoin è ancora più alto. All’inizio di giugno 2019, sono già più di un milione gli utenti che vogliono essere regolarmente aggiornati sulle novità del mondo del bitcoin.

Ci auguriamo che dopo aver letto tutte queste cifre e statistiche sul bitcoin tu abbia imparato qualcosa in più sulle criptovalute e voglia utilizzarle come base per analisi future.

Se hai già deciso di investire in bitcoin o in altre criptovalute, abbiamo preparato una lunga ed esaustiva panoramica delle piattaforme di trading e degli exchange di bitcoin più affidabili dove puoi acquistare bitcoin.

Esplora altri argomenti sul Bitcoin

UTXO
bitcoin hall

Gianluca Lombardi

Gianluca è il caporedattore di questo sito. Laureato in finanza, è un trader attivo che ha testato tutte le piattaforme di trading e ne conosce tutti i segreti. La tecnologia è la sua passione e trascorre gran parte del suo tempo libero nel metaverso. Gianluca ama imparare cose nuove, ricercare, discutere e scrivere di tecnologia, soprattutto quando si tratta di criptovalute e tecnologia blockchain.