Analisi tecnica per le criptovalute: Come iniziare

Gianluca Lombardi, 8 min di lettura
Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre, 2023

Un trader che utilizza l'analisi tecnica per le criptovalute

Alcuni investitori si orientano verso un approccio a lungo termine, mantenendo i loro investimenti con l’aspettativa di vederli crescere nel tempo. Al contrario, alcuni trader si impegnano attivamente sul mercato, utilizzando l’analisi tecnica come bussola per scoprire le prospettive di successo del trading di criptovalute.

L’analisi tecnica è un esame dei dati di mercato passati e delle fluttuazioni dei prezzi per prevedere la traiettoria dei prezzi futuri. L’analisi tecnica si basa sulla premessa che l’attuale sentimento del mercato si manifesta attraverso le tendenze dei prezzi e le configurazioni dei grafici.

Questa guida introduttiva è pensata per aiutarti a conoscere i principi e gli strumenti essenziali dell’analisi tecnica delle criptovalute. L’acquisizione di queste conoscenze ti permetterà di perfezionare in modo significativo le tue metodologie di trading.

Panoramica sull’analisi tecnica del Bitcoin e delle criptovalute

L’analisi tecnica utilizza diversi strumenti e indicatori per analizzare le condizioni di mercato e identificare tendenze e modelli. Alcuni degli elementi chiave che i trader prendono in considerazione sono:

  • Grafici dei prezzi: Mostrano visivamente il movimento dei prezzi nel tempo. I trader cercano nei grafici tendenze, modelli, livelli di supporto/resistenza, variazioni di volume e altro ancora.
  • Indicatori – Gli oscillatori, le medie mobili e altri indicatori aiutano i trader a confermare le tendenze, le condizioni di ipercomprato/ipervenduto, le variazioni di momentum e i potenziali punti di inversione.
  • Volume – Il volume degli scambi indica l’interesse del mercato e se un trend/movimento ha un sostegno forte o debole. Un volume elevato indica un movimento significativo, mentre un volume basso suggerisce un’inversione.

L’obiettivo è quello di utilizzare questi strumenti per prevedere la prossima direzione dei prezzi e individuare i punti di entrata e di uscita ottimali. L’analisi tecnica presuppone che le tendenze e i modelli storici continuino anche in futuro.

Esplora altri concetti e indicatori utilizzati dai trader di criptovalute.

Livelli di supporto e resistenza: un must per i trader

Il supporto e la resistenza rappresentano livelli di prezzo chiave in cui le tendenze al ribasso tendono a fermarsi/invertire (supporto) e le tendenze al rialzo a bloccarsi/invertire (resistenza). I trader osservano attentamente questi livelli per individuare potenziali entrate e uscite.

Ilsupporto si forma quando i prezzi in fase di ribasso si fermano e si invertono più volte a un determinato livello, quando gli acquirenti entrano nel mercato. Quest’area attira un maggior numero di acquirenti perché molti la considerano un prezzo ottimale per entrare.

Laresistenza si verifica quando i prezzi in fase di rialzo si arrestano e si invertono più volte allo stesso livello quando l’offerta prevale sulla domanda. Questo prezzo attira i venditori che cercano di uscire dalle loro posizioni.

Idealmente, i trader cercano di acquistare criptovalute in prossimità di aree di supporto identificabili e di venderle in corrispondenza o in prossimità della resistenza. I livelli di supporto e di resistenza possono formarsi su qualsiasi time frame (1 minuto, 5 minuti, 1 ora, ecc.). Più spesso un livello si mantiene, più diventa significativo.

Questi livelli dinamici tendono a scambiarsi i ruoli una volta rotti. La precedente resistenza diventa supporto e viceversa. Ad esempio, se un trend rialzista rompe un livello di resistenza chiave, spesso quel livello si trasforma in un forte supporto per il futuro.

Prestare attenzione al supporto e alla resistenza è fondamentale per individuare potenziali inversioni di tendenza. Una rottura al di sotto del supporto stabilito segnala una potenziale debolezza e un potenziale ribasso. Al contrario, una rottura ben al di sopra della resistenza indica uno spostamento del momentum verso l’alto.

Linee di tendenza

Il disegno delle linee di tendenza collega una serie di massimi o minimi per mostrare la direzione prevalente dell’azione dei prezzi. Questo aiuta i trader a individuare la nascita di nuove tendenze o inversioni. Il segreto è identificare più punti di contatto lungo una linea di tendenza: più sono, meglio è.

Lelinee di tendenza collegano una serie di minimi crescenti con i prezzi che salgono. La linea di tendenza funge da supporto fino a quando non viene rotta.

Lelinee di tendenza al ribasso collegano i massimi decrescenti quando i prezzi continuano a muoversi verso il basso. Agisce come resistenza fino a quando non viene violata.

Le linee di tendenza non si adattano sempre perfettamente. Mostrano invece la direzione generale in cui i prezzi si stanno muovendo. I trader cercano di acquistare sui pullback verso la linea di tendenza nei trend rialzisti o di vendere vicino alla linea di tendenza nei trend ribassisti anticipando un’ulteriore continuazione.

Una rottura al di sopra o al di sotto della linea di tendenza segnala una potenziale inversione di tendenza. I trader tecnici prestano particolare attenzione quando i prezzi rompono le principali linee di tendenza a lungo termine, indicando un cambiamento nella tendenza prevalente.

Modelli di grafici delle criptovalute

Alcuni schemi grafici emergono ripetutamente e forniscono indicazioni sulla psicologia del mercato. Riconoscere questi schemi costituisce la base dell’analisi di riconoscimento dei pattern.

Esaminiamo alcuni dei modelli grafici più comuni che i trader di criptovalute osservano.

Bandiere e gagliardetti – Questi modelli compatti segnalano una breve pausa in un forte trend rialzista o ribassista. La forma a bandiera consiste in un trading range rettangolare che si restringe, mentre i pennant si assottigliano fino a raggiungere un punto.

Il pattern rappresenta un periodo di consolidamento prima che la tendenza prevalente riprenda. I trader osservano i breakout delle bandiere e dei gagliardetti per ottenere nuove entrate nella direzione del trend precedente.

Cunei – I cunei segnalano una transizione da un trend rialzista a un trend ribassista o viceversa. Si formano quando i prezzi vengono compressi in un intervallo più ristretto prima di rompere definitivamente.

Icunei ascendenti mostrano massimi più bassi e minimi più alti quando i compratori perdono il controllo. I cunei discendenti mostrano massimi più alti e minimi più bassi quando i venditori perdono il controllo. I breakout dei cunei indicano potenziali inversioni di tendenza.

Canali – I canali sono costituiti da un limite superiore e inferiore del prezzo mentre i prezzi oscillano tra linee di supporto e di resistenza. I canali descrivono un’azione legata al range e funzionano bene per lo swing trading a breve termine.

Ibreakout al di sopra della resistenza o i breakdown al di sotto del supporto segnalano la potenziale fine di un canale, quando gli acquirenti/venditori prendono il controllo. I trader possono giocare sui rimbalzi lungo le linee del canale o negoziare il breakout aspettandosi un ulteriore slancio.

Cup & Handle – Questo modello popolare forma una base arrotondata (cup) seguita da un leggero pullback (handle). Indica un cambiamento di momentum quando gli acquirenti riprendono il controllo dopo una tendenza al ribasso.

I breakout di Cup & Handle al di sopra della resistenza precedente offrono punti di ingresso favorevoli e obiettivi di profitto al rialzo. Gli obiettivi basati sulla profondità del pattern corrispondono al massimo della coppa e al prezzo di breakout.

Testa e spalle – Questo modello di inversione forma due massimi di oscillazione (spalle) separati da un picco più alto (testa). Mostra uno slancio calante dove il supporto precedente diventa resistenza.

I breakout della neckline H&S segnalano potenziali inversioni quando lo slancio verso l’alto si arresta. Gli obiettivi misurati in base all’altezza del modello aiutano a definire le uscite. L’inversione del Testa & Spalle vede rotture al rialzo.

Questi sono solo alcuni dei modelli grafici più comuni che i trader di criptovalute osservano. La padronanza del riconoscimento dei pattern richiede tempo ed esperienza. Continua ad analizzare i grafici per affinare le tue capacità.

Leggi qui per approfondire: grafici e candele spiegati nel dettaglio.

Indicatori tecnici chiave per il trading di criptovalute

Gli indicatori aggiungono un ulteriore contesto all’azione dei prezzi mostrata sui grafici. Esploriamo alcuni degli indicatori tecnici più popolari utilizzati nel trading di criptovalute.

Medie mobili (MA) – Le MA attenuano l’azione dei prezzi e aiutano a identificare le tendenze prevalenti. Più lungo è il periodo di tempo, più l’azione dei prezzi viene smussata.

  • Le medie mobili semplici (SMA) applicano la stessa ponderazione a tutti i punti dati del periodo.
  • Le medie mobili esponenziali (EMA) aggiungono un peso maggiore ai prezzi recenti per una risposta più rapida.

I trader cercano di acquistare quando il prezzo incrocia sopra la media mobile e di vendere quando incrocia sotto. Gli incroci delle medie mobili possono segnalare cambiamenti nel momentum.

Indice di forza relativa (RSI) – L’RSI misura la dimensione e la velocità delle recenti variazioni di prezzo per valutare le condizioni di ipercomprato o ipervenduto. Oscilla tra 0 e 100.

  • Letture superiori a 70 indicano condizioni di ipercomprato in cui i prezzi sono avanzati troppo velocemente.
  • Letture inferiori a 30 segnalano condizioni di ipervenduto che danno luogo a rimbalzi di mean reversion.

I trader sono spesso alla ricerca di inversioni quando l’RSI raggiunge gli estremi. Ad esempio, i livelli di ipervenduto dell’RSI aiutano a identificare potenziali zone di supporto e aree in cui acquistare a prezzi più convenienti.

Bande di Bollinger (BB) – Le BB tracciano bande di deviazione standard sopra e sotto una media mobile semplice. Bande più ampie indicano una maggiore volatilità e incertezza.

Durante i trend rialzisti, cerca di comprare quando il prezzo torna alla banda inferiore. Nei trend ribassisti, cerca di acquistare quando il prezzo torna alla banda superiore. La compressione e l’espansione delle bande rivela anche i cambiamenti nella volatilità.

Media mobile di convergenza e divergenza (MACD) – Il MACD sottrae una EMA a 26 periodi da una EMA a 12 periodi per identificare il cambiamento di momentum attraverso incroci e divergenze.

  • I crossover rialzisti si verificano quando la linea del MACD si incrocia al di sopra della linea del segnale, indicando uno slancio verso l’alto.
  • I crossover ribassisti segnalano un’accelerazione al ribasso quando la linea del MACD si incrocia al di sotto della linea del segnale.

Oscillatore stocastico – Questo indicatore di momentum mostra i livelli di ipercomprato/ipervenduto nell’intervallo compreso tra 0 e 100. Conferma la forza o la debolezza del trend per un potenziale rialzo. Conferma la forza o la debolezza del trend per potenziali inversioni.

  • I valori superiori a 80 indicano condizioni di ipercomprato, mentre i livelli inferiori a 20 segnalano condizioni di ipervenduto.
  • Gli incroci rialzisti si verificano quando la linea veloce incrocia quella lenta.
  • Gli incroci ribassisti si verificano quando la linea veloce passa al di sotto della linea lenta.

Questi sono solo alcuni dei tanti indicatori che i trader di criptovalute utilizzano. Combina gli indicatori con altre analisi per migliorare l’accuratezza del trading. Non affidarti mai ai soli indicatori.

trader che applica l'analisi tecnica

Applicare l’analisi tecnica al tuo trading di criptovalute

Ora che hai compreso i concetti e gli strumenti chiave, ecco alcuni consigli per applicare l’analisi tecnica al trading di criptovalute:

  • Inizia con i time frame più lunghi – Inizia l’analisi sui grafici giornalieri o settimanali per capire la tendenza generale e i livelli chiave. Poi scendi ai timeframe più brevi.
  • Identificare supporto/resistenza – Individua le potenziali zone di supporto e resistenza che si sono formate su più time frame. Spesso coincidono con le pietre miliari psicologiche del prezzo ($10k, $20k per il Bitcoin).
  • Disegna le linee di tendenza – Collega i massimi e i minimi delle oscillazioni per individuare le tendenze al rialzo e al ribasso. Cerca le rotture delle linee di tendenza che segnalano potenziali inversioni.
  • Utilizza gli indicatori – Applica indicatori come le medie mobili, l’RSI, il MACD ecc. per confermare la direzione del trend e gli estremi di ipercomprato/ipervenduto.
  • Osserva il volume – Il volume indica la forza delle tendenze e dei breakout. I rally con volumi crescenti sono più convincenti delle impennate con volumi bassi.
  • Negoziare i pattern – Continua a sviluppare le tue capacità di riconoscimento dei pattern per negoziare i breakout e i breakdown dei grafici.
  • Stabilisci il rischio/ricompensa – Usa i livelli di supporto/resistenza definiti per stabilire gli stop loss e gli obiettivi di profitto prima di entrare nelle operazioni. In questo modo definisci il rischio e la ricompensa.

Una corretta analisi dei grafici aiuta i trader a identificare in modo oggettivo i setup ad alta probabilità. Combinando i dati tecnici con i fondamentali si ottiene un approccio di trading ottimale. Rimani sempre flessibile perché i mercati si evolvono nel tempo.

Software e strumenti di analisi tecnica comuni

Esistono molte piattaforme e strumenti grafici eccellenti per condurre l’analisi tecnica delle criptovalute:

Piattaforme per grafici e trading

  • TradingView
  • Coinigy

On-Exchange

  • Binance
  • Coinbase Pro
  • Bybit
  • Bitget
  • cex.io

Le migliori piattaforme grafiche offrono solidi strumenti per disegnare tendenze/livelli, indicatori sovrapposti e ampie funzionalità di backtesting. Utilizza sempre un software grafico di qualità.

Considerazioni e limitazioni

Anche se l’analisi tecnica può aiutare i trader a ottenere un vantaggio, tieni a mente queste considerazioni:

  • L’analisi tecnica si basa su dati di prezzo passati – le condizioni future cambiano nel tempo
  • Certi segnali funzionano meglio nei mercati in trend piuttosto che in quelli in range
  • Nessun segnale fornisce entrate/uscite perfette – considera il rischio/ricompensa
  • Un’ottimizzazione eccessiva può portare a un over-fitting – concentrarsi su setup ad alta probabilità
  • I fondamentali guidano in ultima analisi i prezzi a lungo termine – i segnali tecnici analizzano solo l’azione dei prezzi
  • I mercati delle criptovalute sono ancora in fase di maturazione – i modelli possono evolvere

Il trading tecnico richiede tempo per essere padroneggiato. Considera i segnali tecnici come opportunità ad alta probabilità piuttosto che come assoluti. Combinare l’analisi dei grafici con i fondamentali del mercato crea un approccio più solido.

Conclusione

L’analisi tecnica fornisce strumenti utili per analizzare le condizioni di mercato e identificare opportunità di trading ad alta probabilità. I grafici, i supporti/resistenze, le linee di tendenza, il volume e gli indicatori come le medie mobili, l’RSI e il MACD forniscono indizi sull’evoluzione della psicologia del mercato e sulle potenziali mosse future.

Impara a individuare i pattern, le variazioni di momentum, gli estremi del sentiment e i breakout/breakdown chiave. Applicare una corretta gestione del rischio utilizzando livelli di supporto e resistenza definiti.

Con la pratica, i trader di criptovalute possono migliorare notevolmente le loro entrate, le loro uscite e la loro capacità di analizzare oggettivamente le probabilità di qualsiasi setup utilizzando le tecniche dell’analisi tecnica. Ricorda che nessun approccio funziona perfettamente. Resta flessibile e segui le probabilità.

Gianluca Lombardi

Gianluca è il caporedattore di questo sito. Laureato in finanza, è un trader attivo che ha testato tutte le piattaforme di trading e ne conosce tutti i segreti. La tecnologia è la sua passione e trascorre gran parte del suo tempo libero nel metaverso. Gianluca ama imparare cose nuove, ricercare, discutere e scrivere di tecnologia, soprattutto quando si tratta di criptovalute e tecnologia blockchain.