Weekly Pulse #12: Panoramica Settimanale del Mercato

Gianluca Lombardi, 5 min di lettura
Ultimo aggiornamento: 27 Maggio, 2024

Ricapitolazione del mercato delle criptovalute

Gli ETF su Ethereum ricevono l’approvazione condizionale della SEC

La scorsa settimana c’è stata una svolta a sorpresa per quanto riguarda i tanto attesi fondi negoziati in borsa (ETF) di Ethereum (ETH). Dopo mesi di pessimismo, le probabilità di approvazione sono improvvisamente aumentate quando sono iniziate a circolare voci secondo cui la Securities and Exchange Commission (SEC) avrebbe aperto un dialogo significativo con gli emittenti di ETF proposti.

Il miglioramento delle prospettive ha fatto sì che i prezzi dell’ETH si impennassero prima della data prevista per la decisione. Tuttavia, i prezzi sono crollati dell’8% quando la scadenza delle 16.00 EST è passata senza un annuncio. Poco più di un’ora dopo, è finalmente arrivata la notizia: la SEC aveva approvato in modo condizionato le modifiche alle regole di quotazione per tutti gli ETF spot ETH proposti, provocando un rimbalzo dei prezzi del 4%.

ethereum etf

Nonostante le speranze di un rally più deciso, i trader avevano probabilmente già rivalutato le probabilità di approvazione all’inizio della settimana. Inoltre, l’approvazione riguardava solo le modifiche alle regole di scambio, non le dichiarazioni di registrazione necessarie per lanciare effettivamente gli ETF. E poiché le approvazioni provengono dal personale della SEC sotto “autorità delegata” a causa dell’assenza di un commissario, tecnicamente potrebbero ancora essere revocate.

Fortunatamente, gli esperti hanno respinto le preoccupazioni sull’inconsistenza delle approvazioni, osservando che le decisioni delegate sono comuni e prevedendo che non ci saranno problemi con le registrazioni in corso. Tuttavia, fino a quando le dichiarazioni di registrazione non riceveranno l’autorizzazione, è prematuro affermare che si tratta di un’approvazione vera e propria. Tuttavia, il progresso normativo punta definitivamente verso un’approvazione finale.

L’approvazione conferma lo stato di non sicurezza dell’Ether

La mossa conferma che Ether è una merce non sicura, una transizione consentita dalla decentralizzazione della rete nel corso del tempo. Ciò fornisce un modello per altri asset crittografici per ottenere lo stesso status e diventare idonei per la quotazione in ETF.

Tuttavia, Bitcoin ed Ether rimangono gli unici due asset designati come commodity dalla Commodity Futures Trading Commission (CFTC). Un fattore chiave per l’approvazione dell’ETF dell’Ether sono stati gli anni di dati di correlazione dei prezzi tra i mercati futures e spot del CME. Questi dati consentono una sorveglianza del mercato sufficiente a soddisfare i requisiti della SEC.

Nessun altro asset crittografico ha attualmente un trading di futures regolamentato negli Stati Uniti. Quindi, nonostante le richieste in sospeso, le approvazioni di ulteriori ETF potrebbero richiedere anni prima di concretizzarsi.

La nuova legislazione definisce la supervisione degli asset digitali

La scorsa settimana, la regolamentazione delle criptovalute ha fatto progressi anche al Congresso. La legge bipartisan Financial Innovation and Technology (FIT) for the 21st Century Act è passata alla Camera con il sostegno della Casa Bianca. La legge fornisce una guida definitiva su quali agenzie regolano i diversi tipi di asset cripto.

Concede alla CFTC un’ampia autorità sui “beni digitali decentralizzati” che soddisfano criteri specifici. In modo preoccupante, conferisce anche alla CFTC il controllo normativo esclusivo sui relativi mercati a pronti, una vasta espansione del suo dominio tradizionale.

Quindi, mentre la legislazione dovrebbe aggiungere chiarezza sugli asset idonei per le quotazioni dei futures e degli ETF, l’ampia autorità che conferisce alla CFTC solleva preoccupazioni. Con l’Ether che sembra aprire una strada verso una maggiore legittimità, i regolatori devono fare attenzione a non soffocare l’innovazione finanziaria nella loro ricerca di supervisione.

Riepilogo dei mercati legacy

Tutti gli occhi sui dati dell’inflazione

Con l’inflazione che rimane ostinatamente alta, i prossimi rilasci dell’IPC saranno tenuti sotto stretta osservazione. Questa settimana sono previsti i dati preliminari dell’IPC europeo e dell’IPC di Tokyo, mentre i dati PCE di aprile degli Stati Uniti forniranno indicazioni sul percorso di rialzo dei tassi della Fed. Qualsiasi deviazione significativa dalle stime potrebbe avere un impatto sostanziale sui mercati e sulle proiezioni della Fed. Anche il Beige Book della banca centrale fornirà una panoramica tempestiva dell’economia.

Guadagni

Salesforce, Costco Gli utili del terzo trimestre restano al centro dell’attenzione, con aziende come Salesforce e Costco che annunceranno i risultati. Nonostante un ambiente di spesa incerto, Salesforce prevede un aumento dei ricavi dell’11%, guidato dall’integrazione dell’AI. La crescita prevista dei ricavi di Costco, pari al 7,9%, riflette la tenuta della spesa discrezionale dei consumatori. Nel frattempo, la TD Securities TMT Conference riunirà i leader del settore, sovrapponendosi all’evento Consensus crypto di CoinDesk.

Politica del Regno Unito: Conservatori contro Laburisti

Con una mossa a sorpresa, il premier Rishi Sunak ha indetto le elezioni generali per il 4 luglio, contrapponendo il record di stabilità economica dei Conservatori all’approccio “senza piano” dei Laburisti. Mentre Sunak vanta il progresso economico della Gran Bretagna, il leader laburista Keir Starmer promuove il cambiamento per sostenere le persone che lavorano, migliorando i servizi pubblici nonostante le limitazioni finanziarie. La tempistica accelerata ha colto molti di sorpresa, con Sunak che ha capitalizzato il calo dell’inflazione.

Vincitori e perdenti: Movimenti azionari

Il rivenditore di sconti Ross Stores sale

Le azioni di Ross Stores sono balzate di quasi l’8% la scorsa settimana dopo i risultati stellari del primo trimestre, con un utile per azione di 1,46 dollari su un fatturato di 4,86 miliardi di dollari. I numeri hanno superato le aspettative, riflettendo la resilienza della spesa dei consumatori non essenziali.

Il gigante della difesa Booz Allen si risolleva

Le azioni di Booz Allen Hamilton sono salite del 4% in seguito ai risultati finanziari del quarto trimestre fiscale migliori del previsto. L’EPS rettificato ha raggiunto 1,33 dollari su un fatturato di 2,77 miliardi di dollari. L’azienda continua a beneficiare della robusta spesa per la difesa nell’attuale clima geopolitico.

Il produttore di Uggs, Deckers Outdoor, sale in borsa

Il titolo Deckers ha registrato un’impennata di quasi il 14% la scorsa settimana, dopo che le vendite e gli utili del quarto trimestre fiscale hanno superato le stime. La gamma di prodotti diversificati e il potere dei prezzi hanno aiutato l’azienda a superare le pressioni inflazionistiche.

Workday crolla in seguito alla mancanza di linee guida

Al contrario, le azioni di Workday sono crollate di oltre il 15% dopo che le previsioni sui ricavi da abbonamento del secondo trimestre hanno leggermente deluso le aspettative. L’azienda ha previsto una crescita delle vendite più debole rispetto agli ultimi trimestri, a causa della discontinuità della spesa per il software aziendale.

La casa madre di TurboTax, Intuit, cala in seguito alle previsioni`

Il titolo Intuit è sceso di circa l’8% la scorsa settimana, dopo che il produttore di TurboTax ha previsto un utile per azione rettificato per il quarto trimestre inferiore alle attese. L’incertezza sull’attività di compilazione delle tasse ha attenuato le prospettive a breve termine di Intuit.

Rassegna dei settori e delle materie prime

Il settore immobiliare vacilla per i timori sui tassi

Dopo quattro settimane consecutive di guadagni, la scorsa settimana i titoli del settore immobiliare sono scesi di quasi il 4% a causa della diminuzione delle speranze di un potenziale taglio dei tassi. I discorsi falsi della Fed hanno lasciato intendere che i tassi di riferimento potrebbero rimanere elevati più a lungo per domare l’inflazione.

Il rame si stabilizza dopo un forte calo

I prezzi del rame si sono stabilizzati la scorsa settimana dopo aver affrontato un’intensa pressione da parte delle fabbriche cinesi che hanno resistito all’aumento dei costi, in combinazione con i commenti falsi sul rialzo dei tassi della Fed. In precedenza, il metallo industriale aveva registrato la più grande flessione in quasi due anni.

Il petrolio rimane vicino ai minimi di tre mesi

I benchmark del greggio hanno oscillato intorno ai minimi di tre mesi, appesantiti dall’incertezza della domanda e dalla riduzione delle tensioni geopolitiche. Si prevede che l’OPEC estenderà i tagli alla produzione quando si riunirà il 2 giugno, per sostenere i prezzi nonostante un’adeguata offerta globale.

L’oro raggiunge nuovi massimi

I prezzi dell’oro hanno toccato nuovi massimi storici la scorsa settimana, spinti dalla robusta domanda asiatica e dagli acquisti delle banche centrali. I money manager sono i più rialzisti sul metallo prezioso da oltre quattro anni a questa parte, in quanto persiste l’interesse per la copertura dell’inflazione.

Cosa ci aspetta

Salesforce si prepara al rallentamento

Gli imminenti guadagni di Salesforce offriranno indizi sulla trazione della spesa per il software aziendale, mentre le aziende stringono la cinghia in mezzo all’incertezza. Sebbene l’azienda preveda una crescita ragionevole della linea superiore, i rischi economici più ampi offuscano le prospettive.

Costco guarda alla resilienza dei consumatori

I dati trimestrali di Costco forniranno segnali chiave sulla spesa discrezionale dei consumatori. Il retailer prevede una solida espansione dei soci, ma le pressioni sui margini dovute ai costi del carburante e del lavoro persistono.

Riunione OPEC e BP in vista

L’imminente riunione dell’OPEC probabilmente estenderà i tagli alla produzione per stabilizzare i mercati del greggio, anche se le azioni di BP sono scese di quasi il 2% a causa delle preoccupazioni sulla domanda. Le politiche monetarie più restrittive fanno pressione anche sul petrolio e sui titoli energetici integrati come BP.

Gianluca Lombardi

Gianluca è il caporedattore di questo sito. Laureato in finanza, è un trader attivo che ha testato tutte le piattaforme di trading e ne conosce tutti i segreti. La tecnologia è la sua passione e trascorre gran parte del suo tempo libero nel metaverso. Gianluca ama imparare cose nuove, ricercare, discutere e scrivere di tecnologia, soprattutto quando si tratta di criptovalute e tecnologia blockchain.