Weekly Pulse #11: Panoramica Settimanale del Mercato

Gianluca Lombardi, 6 min di lettura
Ultimo aggiornamento: 20 Maggio, 2024

Riassunto settimanale del mercato delle criptovalute

Le partecipazioni notevoli nell’ETF Bitcoin aumentano il sentimento del mercato

Diversi importanti investitori istituzionali hanno aumentato in modo sostanziale le loro partecipazioni in fondi negoziati in borsa (ETF) sul Bitcoin la scorsa settimana, contribuendo a guidare il rally del prezzo del Bitcoin.

Millennium Management, uno dei maggiori hedge fund al mondo con oltre 50 miliardi di dollari di asset in gestione, ha rivelato partecipazioni per 2 miliardi di dollari nel BlackRock iShares Bitcoin Trust ETF (IBIT) e nel Grayscale Bitcoin Trust. Nel frattempo, Bracebridge Capital, un hedge fund che gestisce le dotazioni di Yale e Princeton, ha annunciato 262 milioni di dollari di partecipazioni nel 21Shares Bitcoin ETF e 81 milioni di dollari nell’IBIT. Point72, l’hedge fund da 34 miliardi di dollari gestito dal proprietario dei New York Knicks Steven Cohen, ha detenuto 77,5 milioni di dollari in azioni del Fidelity Bitcoin ETF.

Questi grandi acquisti riflettono la crescente domanda istituzionale di Bitcoin e hanno contribuito a guidare un rally del 10% del suo prezzo la scorsa settimana, superando i 67.000 dollari venerdì. Anche la correlazione del Bitcoin con i titoli tecnologici ha raggiunto nuovi massimi, evidenziando il suo status di asset ad alta crescita. Con la continua ascesa delle partecipazioni agli ETF, il Bitcoin si sta integrando ulteriormente nei mercati finanziari più ampi.

Il Senato vota l’inversione della norma contabile della SEC sulle criptovalute

In una rara mossa bipartisan, il Senato degli Stati Uniti ha votato 60-38 questa settimana per annullare una controversa regola contabile della SEC che richiedeva alle aziende di registrare le attività digitali dei clienti come passività invece che come attività aziendali tradizionali. La SEC sostiene che questa contabilità più rigorosa impedisce di gonfiare i bilanci con attività cripto volatili. Tuttavia, la regola ha creato notevoli problemi di contabilità per le società di criptovalute.

La risoluzione del Senato per l’abrogazione di questa regola è ora diretta al Presidente Biden, che ha minacciato di porre il veto. Tuttavia, il Congresso potrebbe annullare il veto presidenziale con un voto di due terzi. La forte maggioranza bipartisan del Senato riflette il crescente sostegno legislativo allo sviluppo di regolamenti chiari in materia di crittografia, sfidando le posizioni aggressive della SEC in materia di crittografia. Il modo in cui l’amministrazione risponderà potrebbe dare forma alle future battaglie politiche sulla crittografia.

Le opinioni in cripto del nuovo CEO di Vanguard scatenano le speculazioni

La recente nomina di Salim Ramji a CEO di Vanguard, il secondo gestore patrimoniale più grande al mondo, ha suscitato entusiasmo per le potenziali offerte di criptovalute. Ramji ha guidato in precedenza la divisione ETF di BlackRock durante il lancio del suo ETF Bitcoin di successo.

Al contrario, il CEO uscente di Vanguard, Tim Buckley, ha dichiarato che l’azienda avrebbe evitato il Bitcoin e le criptovalute, che a suo dire non hanno alcun valore sottostante. Tuttavia, Ramji ha pubblicamente elogiato il potenziale delle criptovalute. Questo ha portato a speculazioni sul fatto che Vanguard potrebbe rivalutare la sua posizione in materia di cripto sotto la sua guida.

Tuttavia, Ramji ha recentemente sminuito i suggerimenti che Vanguard stessa lancerà presto un ETF Bitcoin spot. In definitiva, i fatti parlano più delle parole. Se Vanguard non partecipa all’accelerazione dell’adozione istituzionale della criptovaluta, rischia di rimanere indietro rispetto a rivali come BlackRock, che continuano a espandere la loro presenza in criptovaluta. Con il mercato che convalida sempre più il ruolo del Bitcoin, Vanguard si trova ad affrontare una crescente pressione per tracciare un percorso crittografico compatibile con la sua filosofia di investimento passivo.

CME pianifica un’offerta di Bitcoin spot

Secondo il Financial Times, il Gruppo CME, leader nel trading di futures sul Bitcoin, starebbe pianificando il lancio di un trading spot di criptovalute. La mossa consentirebbe ai trader di futures di accedere ai mercati spot e derivati su un’unica piattaforma.

Se da un lato l’offerta spot potrebbe sottrarre alcuni volumi alle principali borse come Binance e Coinbase, dall’altro potrebbe stimolare un maggiore interesse istituzionale, data la reputazione di CME. Nel complesso, l’aumento dei partecipanti al mercato spot dovrebbe far crescere i prezzi e i volumi in tutto il mercato.

Le speranze dell’Ethereum ETF attendono la decisione della SEC

La SEC dovrebbe pronunciarsi su diverse richieste di ETF su Ethereum la prossima settimana. Anche se l’approvazione sembra improbabile, ETHE Trust di Grayscale ha stretto un accordo con BNY Mellon per fungere da agente di trasferimento nel caso in cui un fondo ottenga il via libera.

Il sentimento nei confronti di Ethereum è diventato sempre più cupo a causa dei guadagni di quote di mercato dei layer 1 rivali come Solana. Tuttavia, Ethereum rimane l’hub dominante per le attività DeFi e NFT, mentre gli aggiornamenti continuano a ritmo serrato. Un ETF potrebbe dare il via a una rapida inversione di tendenza in ottica negativa.

Chainlink ha recentemente completato un progetto pilota con le principali banche e istituzioni finanziarie statunitensi, come JPMorgan e BNY Mellon, per testare la possibilità di portare i dati dei fondi sulla catena. L’obiettivo era quello di accelerare la tokenizzazione di asset come azioni e obbligazioni. Il progetto pilota ha dimostrato che l’inserimento dei dati strutturati dei fondi su più blockchain può consentire applicazioni utili come i fondi di investimento tokenizzati. La tecnologia di Chainlink per collegare in modo sicuro i dati fuori catena alle blockchain ha svolto un ruolo chiave. Il successo del test mostra il potenziale di espansione della tokenizzazione in futuro, attraverso più casi d’uso e blockchain. Questo fa avanzare le capacità di Chainlink nel campo emergente della tokenizzazione e dell’integrazione della finanza tradizionale con la criptovaluta.

Chainlink ha completato un importante pilota per mostrare come i suoi servizi blockchain oracle possano facilitare la tokenizzazione degli asset e l’integrazione con la finanza tradizionale. Questo stabilisce ulteriormente la leadership di Chainlink nella decentralizzazione e nella tokenizzazione degli asset del mondo reale.

Mercati tradizionali

I titoli azionari europei scendono quando le prospettive di taglio dei tassi della Fed si affievoliscono

Le azioni europee hanno subito perdite la scorsa settimana, in quanto le aspettative di un taglio aggressivo dei tassi da parte della Federal Reserve sono diminuite, smorzando la propensione al rischio. L’indice Stoxx 600 è sceso dello 0,2%, trascinato al ribasso da settori sensibili ai tassi di interesse come la tecnologia e l’immobiliare. I futures sulle azioni statunitensi hanno oscillato vicino ai massimi storici, mostrando una certa resistenza di fronte al cambiamento delle aspettative di politica monetaria.

Il gruppo di lusso Richemont ha invertito la tendenza, salendo dopo aver nominato Nicolas Bos come nuovo CEO. Le azioni di Meme GameStop e AMC Entertainment hanno fatto una rimonta dopo le perdite significative registrate all’inizio della settimana. Le azioni di Reddit sono salite grazie alla notizia di una partnership con il leader dell’intelligenza artificiale OpenAI.

Regna la cautela mentre i mercati rivalutano il percorso della politica della Fed

Il sentimento cauto ha prevalso venerdì, mentre gli investitori hanno ricalibrato le loro previsioni sulla politica della Federal Reserve. Diversi funzionari della banca centrale, tra cui Christopher Waller, Neel Kashkari e Mary Daly, si sono espressi a favore del mantenimento di costi di prestito più elevati per combattere l’inflazione ostinata. I mercati prevedono ora un solo taglio dei tassi della Fed nel 2024, un netto cambiamento rispetto alle precedenti aspettative.

In Europa, il membro del Comitato esecutivo della Banca Centrale Europea Isabel Schnabel ha messo in guardia da tagli consecutivi dei tassi d’interesse a giugno e luglio. Nonostante ciò, i trader di swap hanno continuato a prezzare tre riduzioni dei tassi della BCE quest’anno, con la prima attesa a giugno.

I problemi economici della Cina pesano sui mercati asiatici

I mercati asiatici si sono ritirati a causa dei crescenti segnali di debolezza economica in Cina, la seconda economia mondiale. Lo yen giapponese si è indebolito rispetto al dollaro USA dopo che la Banca del Giappone ha mantenuto il suo programma di acquisto di obbligazioni, discostandosi dal trend globale di inasprimento monetario.

Il petrolio si avvia ad un guadagno settimanale, mentre la stretta sul rame si attenua

I prezzi del greggio erano pronti per una modesta avanzata settimanale, sostenuti dalle limitazioni dell’offerta e dalle tensioni geopolitiche. Nel mercato dei metalli, la stretta record sui futures del rame di New York ha mostrato segni di attenuazione, dando sollievo ai partecipanti al mercato.

Gli investitori guardano all’inflazione dell’Eurozona e ai dati economici degli Stati Uniti

In prospettiva, gli operatori di mercato monitoreranno attentamente gli eventi economici chiave:

  • I dati dell’Indice dei prezzi al consumo (CPI) dell’Eurozona, previsti per venerdì, forniranno indicazioni sulla traiettoria dell’inflazione della regione e sulla potenziale risposta politica della BCE.
  • L’indice economico principale del Conference Board degli Stati Uniti, anch’esso previsto per venerdì, offrirà indizi sulla salute dell’economia più grande del mondo.

Movimenti di mercato: Un’istantanea

Azioni:

  • Stoxx 600: -0,3%
  • Futures S&P 500: Poco variato
  • Futures sul Nasdaq 100: Poco variato
  • Futures sul Dow Jones Industrial Average: Poco variato
  • Indice MSCI Asia Pacific: -0.1%
  • Indice MSCI dei Mercati Emergenti: Poco variato

Valute:

  • Bloomberg Dollar Spot Index: 0.2%
  • Euro: -0,2% a $1,0843
  • Yen giapponese: -0,3% a 155,90 dollari
  • Yuan cinese offshore: -0,1% a 7,2329 dollari
  • Sterlina britannica: -0,1% a 1,2651 dollari

Criptovalute:

  • Bitcoin: 1,3% a $66.156,66
  • Ether: 3% a 3.025,1 dollari

Obbligazioni:

  • Rendimento del Tesoro USA a 10 anni: 1 punto base al 4,39%
  • Rendimento tedesco a 10 anni: 3 punti base al 2,49%
  • Rendimento del Regno Unito a 10 anni: 3 punti base al 4,11%

Materie prime:

  • Greggio Brent: 0,1% a 83,36 dollari al barile
  • Oro spot: 0,3% a 2.383,98 dollari l’oncia

Il Senato dà un colpo alla regola della SEC sulle criptovalute, si profila il veto di Biden

L’industria delle criptovalute ha ottenuto una vittoria politica, in quanto il Senato controllato dai Democratici ha approvato la risoluzione H.J. Res 109, che disapprova la controversa regola di contabilità delle criptovalute SAB 121 della Securities and Exchange Commission. La misura è ora diretta alla scrivania del Presidente Biden, ponendo le basi per una potenziale prova di veto.

L’amministrazione Biden ha segnalato la sua intenzione di porre il veto alla risoluzione, nonostante il crescente sostegno bipartisan al settore delle criptovalute. Con le elezioni di midterm all’orizzonte, la decisione potrebbe avere implicazioni significative per conquistare gli elettori cripto-friendly.

In particolare, 12 senatori democratici hanno rotto i ranghi per sostenere la risoluzione, evidenziando il cambiamento del panorama politico intorno agli asset digitali. L’attuale composizione del Senato è composta da:

  • Democratici: 48 seggi
  • Repubblicani: 49 seggi
  • Indipendenti: 3 seggi
  • Totale: 100 seggi

Gianluca Lombardi

Gianluca è il caporedattore di questo sito. Laureato in finanza, è un trader attivo che ha testato tutte le piattaforme di trading e ne conosce tutti i segreti. La tecnologia è la sua passione e trascorre gran parte del suo tempo libero nel metaverso. Gianluca ama imparare cose nuove, ricercare, discutere e scrivere di tecnologia, soprattutto quando si tratta di criptovalute e tecnologia blockchain.